Speciale!


Offerta del weekend: tre saggi sulla cultura digitale

04 Feb 2011 in news (ita) | questo post è lungo 434 parole

Questo fine settimana l'offerta 40k su Bookrepublic è dedicata all'approfondimento della cultura digitale.

Il primo saggio che ti proponiamo è La mente accresciuta di Derrick de Kerckhove, un'analisi su come la tecnologia può cambiare il funzionamento della mente umana. Puoi acquistarlo qui a soli 1,99€ invece di 3,90€ inserendo il codice "mente".

Derrick de Kerckhove offre un breve saggio a chi non ha avuto modo di ascoltarlo recentemente dal vivo. Un condensato di riflessioni sull’evoluzione della nostra mente in una società in cui la tecnologia è sempre più pervasiva e i mezzi di comunicazione diventano personali e sono sempre con noi. Una immersione totale che ha conseguenze reali sulle opportunità di comprendere il presente, di relazionarsi con il prossimo, di ragionare con un insieme di informazioni vasto e in espansione. La mente accresciuta è la nostra mente in contatto con la conoscenza condivisa della rete, che la espande e la arricchisce. Da non perdere! [pandemia]

Il secondo è Il nostro futuro nei mondo virtuali di Peter Ludlow, un approfondimento sulla governance dei social network da una prospettiva innovativa:

I social network - ma più in generale i mondi virtuali e le comunità on line - hanno ormai conquistato un peso politico in grado di influenzare le nostre vite e le nostre società. È il momento che rendano conto di questo potere agli utenti e ai cittadini. Finora i fondatori e gestori di network l'hanno esercitato in modo assoluto, alla stregua di dei dell'Olimpo: e questo non è più tollerabile, perché la poca democrazia dei network può indebolire quella della società reale. [L'espresso]

Per averlo a soli 1,99€ invece di 3,90€, inserisci il codice "social" (da qui).

Il terzo (se te lo sei perso e non sai cosa ti sei perso) è La strategia del cyborg di Thierry Crouzet, codice per lo stesso sconto sempre qui: "autore".

Nell’era del web 2.0 anche l’identità smette di essere una dimensione esclusivamente individuale e chiusa, poiché la rete di relazioni, di rimandi e interdipendenze create nei luoghi digitali in qualche modo ci influenza e ci modifica. Il discorso è particolarmente vero per la figura di chi è autore, creatore di un testo (sia di natura giornalistica, letteraria, o atto creativo di qualsivoglia genere): secondo il giornalista francese Thierry Crouzet, autore di questo libro, chiunque si cimenti in un atto creativo può farlo diventando un cyborg, ovvero un individuo “aumentato”, che definisce se stesso anche in funzione del network di relazioni, conoscenze e stimoli in cui è immerso. [futuremagazine]

Come sempre puoi comprarli tutti e tre, ma con transazioni singole. L'offerta è valida fino alla mezzanotte di domenica.

comments powered by Disqus