Speciale!


Joanna Penn: Indie vuol dire libertà di scelta

15 Mar 2011 in news (ita) | questo post è lungo 594 parole

I cambiamenti nell'editoria: (non vere) risposte a (non vere) domande. Scrittori, editori e addetti ai lavori discutono liberamente di cinque temi all'ordine del giorno. Prev: Stephen Brown, _Jacob Appel , Rhys Hughes. Follow us: RSS | Twitter | Facebook_

Joanna PennJoanna Penn Joanna Penn è l'autrice di Pentecost, un romanzo thriller. Ha un blog, TheCreativePenn.com, è un'opinionista riconosciuta a livello internazionale e una consulente commerciale_. Twitter: @thecreativepenn _

Sono molto stupita da quanto velocemente è cambiato il mio modo di leggere dopo aver comprato un Kindle. Adesso leggo il 90% dei libri in formato digitale e ho una dipendenza nei confronti del sampling. Leggo tre volte più di prima la narrativa, inclusi autori di cui non avevo mai sentito parlare. Tutto ciò per me è rivoluzionario come lettrice ma anche come autrice, perché mi rende consapevole delle varie possibilità. Adesso posso vendere i miei ebook alla gente ovunque nel mondo, proprio in questo momento. Anche tu puoi farlo.

Sono così ottimista sul futuro degli ebook – non per il contenitore fisico, per le forme che possono assumere il racconto e la condivisione di informazioni. La tecnologia rende sempre più facile condividere i propri pensieri, il futuro è quindi una straordinaria opportunità per chi vuole esprimere la propria creatività in nuovi modi. Essere un autore e un imprenditore online è un'ipotesi sostenibile adesso, perché le barriere all'ingresso sono molto basse. Il futuro è libertà – per quello che creiamo e per come ci guadagniamo da vivere.

Indie vuol dire libertà di scelta. Decidi tu che cosa scrivere e se il tuo libro è pronto per la pubblicazione. Prendi tu le decisioni sulla cover, sul prezzo, sulla promozione e anche sulla distribuzione gratuita. Decidi dove venderlo e se sarà un ebook, un libro cartaceo, un audiobook o tutte e tre le cose. È anche questione di scelte di mercato. Il tuo libro venderà? Piacerà ai tuoi lettori? Come lo valuteranno? Se fai buone scelte il tuo libro avrà successo e il rischio verrà ripagato. L'opzione indie mi ha anche consentito di avere opportunità, feedback e confidenza sufficienti per condividere i miei scritti. È un movimento potente.

Prodotti diversi vengono venduti a prezzi diversi in quantità diverse. Puoi vendere mezzo milione di ebook a $2.99 e fare un secco di soldi. Oppure puoi vendere la partecipazione a un corso esclusivo a $1000 a partecipante e fare una bella vita. Ci sono fasce di prezzo che possiamo decidere noi per il nostro mercato, ma dobbiamo essere realistici. I lettori forti “consumano” molta narrativa e ciò che comprano molto spesso non può costare $1000 a botta. Deve essere un prezzo di consumo. La narrativa è di base un'esperienza di consumo. Leggi un buon libro e ne vuoi un altro. Ti intrattiene per un breve periodo, diversamente da un sito commerciale, che può migliorare gli affari di qualcuno e quindi può giustificare prezzi più alti.

L'innovazione riguarda l'introduzione di qualcosa di nuovo che vedremo prossimamente nel mercato degli ebook. Penso che guarderemo indietro al 2011 e ci stupiremo di quanto elementare sia la nostra esperienza attuale. Gli autori e gli editori hanno anche bisogno di innovare il settore e guardarsi intorno, per capire cosa altre nicchie di mercato stanno riuscendo a fare grazie a internet, ottenendo un'audience globale in nuovi modi. Sento che l'industria considerata nel suo insieme non ha ancora abbracciato la tecnologia senza riserve, partendo dal presupposto che “non è appropriato” o non è abbastanza letterario. Ma ci sono innovazione e creatività nella tecnologia, e opportunità senza limiti per chi la abbraccia.

comments powered by Disqus