Speciale!


Cominciamo da C

02 Dec 2011 in staff picks | questo post è lungo 644 parole

Da oggi vi raccontiamo il Catalogo 40k in ordine alfabetico. Paura, eh? È buffo, però. Ci siamo accorti che, a voler cominciare da "A", non ci sarebbero titoli di cui parlare (almeno in italiano, ne avremmo un paio in portoghese). E a guardar bene neanche da "B".

Cominciamo da "C" allora, da alcuni nostri grandi amori. Ve ne raccontiamo tre: se già non li conoscete forse è una buona occasione per lasciarsi incuriosire. "Come al solito, prendetela con beneficio di inventario: in fondo è l'oste che parla del suo vino."

Non so se parlarvi prima di chi è Bruce Sterling o del perché dovreste interessarvi dei Cigni Neri. Considerato che Mr. Sterling, dopotutto, non ha bisogno di ambasciatori, opto per la seconda.

[Un Cigno Nero] In primo luogo, è un evento isolato, che non rientra nel campo delle normali aspettative, poiché niente nel passato può indicare in modo plausibile la sua possibilità. In secondo luogo, ha un impatto enorme. In terzo luogo, nonostante il suo carattere di evento isolato, la natura umana ci spinge a elaborare a posteriori giustificazioni della sua comparsa, per renderlo spiegabile e prevedibile. Riassumo le tre caratteristiche: rarità, impatto enorme e prevedibilità retrospettiva (ma non prospettiva).

Taleb ce lo racconta così. Sono pronta a scommettere che Taleb non ha mai incontrato Massimo, o avrebbe dovuto aggiustare il tiro della sua teoria.

"Massimo mi aveva appena mostrato il genere di cosa che cambia l'industria. Un'innovazione dirompente. Una rottura delle regole. Un cigno nero."

E se pensate che la fantascienza sia buona per prendersi una pausa dalla realtà potreste rimanere sorpresi. "Forse eri un giornalista quando i giornali erano stampati ancora su carta. Ma l'editoria su carta è morta. Ora sei un blogger. Sei un importante spacciatore e per vivere metti in giro voci." Massimo è un maledetto genio che mi piacerebbe  frequentare.


E adesso dimenticatevi la nanotecnologia e le raffinatezze degli algoritmi, perché con Dario Tonani si va a finire stritolati tra le lamiere, se non si sta attenti. A bordo della Robredo capirete finalmente cosa si intende quando si parla di ingegneria meccanica: vi trovate immersi in un "capolavoro di metallo e vetrogel". Una macchina micidiale, un orizzonte di dune e sabbia, un equipaggio esperto.

Ma avete già capito che le cose non andranno per il verso giusto. Ho un'altra volta il piacere di presentarvi un maledetto genio, ma per il vostro bene vi sconsiglio di frequentarlo.

Benvenuti a bordo. Il mio nome è Cardanic. Non cercate di interagire. Sono solo un cilindro musicale. Per servirvi. Au revoir.

Eppure, se riuscite a sostenere la tensione, non potrete fare a meno di scoprire anche il resto della storia. Cardanica è un'ispirazione.


C nel titolo e C nel nome dell'autore. Cory Doctorow ci fa una domanda: cosa rimane da desiderare in un mondo in cui tutto è riproducibile e neanche la morte è più un ostacolo alle ambizioni umane?

Di nuovo, se catalogate la fantascienza come evasione, siete lontani dal bersaglio. Leggendo Chicken Little sarete costretti a riflettere. Se guardare ballare degli orsi ammaestrati vi metterebbe a disagio dovreste cercare di capire il perché.

"Sembrano così felici" disse lui. "Rimango ipnotizzato ogni volta. Come se ballare fosse la passione segreta di tutta la specie, e questi tre siano stati i primi a trovare il modo di camparci."

Perché non è normale nemmeno per gli orsi essere tanto felici? La finzione del loro entusiasmo è tanto evidente che non ingannano nessuno. Se prestate abbastanza attenzione anche voi noterete l'incongruenza.


IDENTIKIT

Cigno Nero, Bruce Sterling Compralo su: Amazon | Bookrepublic | iBookstore Scopri di più: Goodreads | Anobii | 40k

Cardanica, Dario Tonani Compralo su: Amazon | Bookrepublic | iBookstore Scopri di più: Goodreads | Anobii | 40k

Chicken Little, Cory Doctorow Compralo su: Amazon | Bookrepublic | iBookstore Scopri di più: Goodreads | Anobii | 40k

comments powered by Disqus