Speciale!


Fin'ora abbiamo sentito la spinta, ma non abbiamo ancora davvero subito l'impatto

09 Jun 2012 in idee trovate in giro | questo post è lungo 100 parole

"La verità è che The Guardian potrebbe non avere un futuro, così come altri giornali. L'intera industria potrebbe crollare, così come è successo a quella musicale. 'Succederà come nei cantieri navali, nelle miniere di carbone, in agricolutra', dice Emily Bell, l'ex dirigente del digital content al Guardian, ora docente alla Columbia Journalism School di New York. 'È successo in ogni industria e succederà al giornalismo. I giorni in cui i giornalisti stavano a un livello superiore all'interno della società sono finiti. Fin'ora abbiamo sentito la spinta, ma non abbiamo ancora davvero subito l'impatto.'"

Leggi tutto: Alan Rusbridger: the quiet evangelist

comments powered by Disqus