Speciale!


Il cyber-utopismo prima di Internet

24 Aug 2012 in idee trovate in giro | questo post è lungo 122 parole

"«Non potete più fermare le persone. Non potete più controllarle. Ormai sono in grado di bypassare i vostri media, possono diffondere loro stessi le notizie, organizzarsi come mai era stato possibile prima d'ora.»"

È curioso: Morozov individua il cyber-utopismo nei tentativi "hippie" di «provare che Internet sia in grado di realizzare quello che non è riuscito agli anni Sessanta: promuovere la partecipazione democratica, innescare la rinascita di comunità moribonde, rafforzare la vita associativa e fungere da ponte tra il giocare a bowling da soli e lo scrivere insieme sui blog.» Morozov ha ragione a dire che la controcultura ha un'influenza sul cyber-utopismo di oggi, ma probabilmente la cosa va più in profondità di quanto non riconosca."

Leggi tutto: Cyber-Utopianism before the Internet

comments powered by Disqus