Speciale!


È la fine dell'offline per come lo conoscevamo?

28 Aug 2012 in idee trovate in giro | questo post è lungo 191 parole

«Ovviamente molti di noi, me compresa, hanno capito da tempo che il proliferare di dispositivi e servizi che ci tengono collegati a più di un network non sono per forza un'evoluzione in negativo. Passare del tempo con gli amici online non è un sostituto dell'andare a bere qualcosa insieme. Per certi versi può aiutare ad aggiungere valore alle esperienze non in rete. Le interazioni, gli scambi, gli incontri e le reazioni non sono meno importanti solo perché succedono online. Le foto postate, i commenti, ogni briciola ha lo stesso significato, online o a una cena, davanti a una birra, in ascensore.

Ma Mr. Jurgenson porta il suo ragionamento un passo più avanti. L'online non rimpiazza l'offline: oggi sono la stessa cosa.

"Questa idea per cui scambiamo l'online per l'offline, nonostante domini il modo in cui pensiamo al mondo digitale e a quello fisico, è miope", dice. "Non riesce a cogliere il semplice fatto che la realtà in cui viviamo sia la costante compenetrazione di online e offline.

La nostra nuova realtà, afferma, è aumentata, e non possiamo tornare indietro.»

Leggi tutto: The End of the Offline World as We Know It?

comments powered by Disqus