Speciale!


È un momento meraviglioso per essere autori: correte a scrivere!

13 Nov 2012 in 40k originals, scrittura | questo post è lungo 804 parole

Joanna Penn è autrice e imprenditrice: il suo sito dedicato agli autori, The Creative Penn, è stato votato per due anni di seguito tra i migliori 10 siti per autori e offre articoli, audio e video sulla scrittura, l'editoria e il marketing del libro. The Creative Penn | @thecreativepenn

Il self publishing è una grandissima opportunità per gli autori, oggi, ma non per tutti potrebbe essere la scelta migliore. Quando pensi che un autore dovrebbe intraprendere questa via?

Penso che si debba avere una mentalità da uomini d'affari per diventare self publisher, oggi, perché bisogna diventare manager del prodotto della propria creatività, così come se ne è gli autori. Si devono assumere editor professionisti e grafici per la copertina, si deve capire come funzionano l'editoria e il marketing e mettere tutto quello che si impara in pratica. Si possono assumere professionisti per coprire molti aspetti, ma si ha anche bisogno di investire tempo, energia e spesso denaro per arrivare al prodotto di qualità che le persone desiderano comprare.

Amo la possibilità di avere tanto controllo e la velocità di mercato a portata degli autori indipendenti, ma so anche che ci sono persone che non desiderano tutte queste responsabilità e preferirebbero che fosse qualcun altro a farsi carico delle decisioni.

Comunque, il rovescio della medaglia è che oggi editori e agenti cercano autori che hanno una fan base, che capiscano come fare marketing e che abbiano voglia di investire tempo e sforzi in questo. Così, anche quegli autori che fanno resistenza a questo tipo di attività, devono farci i conti.

Se dovessi elencare tre esempi di successo nel self publishing, chi sceglieresti e perché?

"Successo" è un termine complicato, perché ne esistono diverse definizioni. Per alcuni si tratta di vincere premi letterari, per altri è guadagnare milioni. Ecco alcuni autori che ammiro, ma ovviamente ce ne sono così tanti altri ancora, da osservare!

CJ Lyons. CJ è un'ispirazione perché combina nella sua carriera editoria tradizionale e indipendente: questo l'ha portata in cima alla classifica dei bestseller del NY Times e a vendere oltre un milione di copie come self publisher. CJ è un'ispirazione perché lavora duro: quest'anno ha pubblicato 4 romanzi e riesce a scrivere quello che i suoi lettori vogliono leggere, e questo è chiaro dal successo di vendite.

Lindsay Buroker. Linsday scrive fantasy, ed è diventata una scrittrice a tempo pieno grazie al successo della serie "Emperor's Edge". È un ottimo esempio di autore che ha costruito una fan base entusiasta grazie alla pubblicazione di libri di qualità e con una strategia di prezzo interessante: il primo titolo della serie è gratuito e gli altri costano $4.95, riuscendo a farne una carriera a tempo pieno.

Sean Platt & David Wright. Sean & Dave hanno iniziato a scrivere serial fiction su Amazon un anno prima che venisse lanciato il Serials program negli Stati Uniti. Hanno pubblicato un episodio a settimana per tutto il 2012 intercettando un pubblico affamato di letture simili a serie TV come Lost: in grado di creare dipendenza, con personaggi forti e trame paranormali / apocalittiche che tengono inchiodato il lettore e gli fanno desiderare un seguito. Hanno lavorato davvero sodo, scrivendo migliaia di parole al mese per mantenere vivo l'impulso d'acquisto e le vendite delle loro serie, e di recente hanno firmato con Amazon per il Serials Program con "Z2134". Sono ancora all'inizio del loro successo, ma sono fonte di ispirazione per la loro costanza nella scrittura e per la produttività. Condividono la loro esperienza con il Self Publishing Podcast (molto divertente, ma consigliato a un pubblico di adulti).

Tre consigli per gli scrittori, tre passi per diventare self publisher:

Se volete seriamente diventare self publisher (e fare qualche soldo), ecco cosa vi consiglio:

1) assicuratevi di avere un piano di produzione, così da non avere un solo libro in circolazione. Ho commesso questo errore in principio, e molti altri lo fanno: pubblichi un libro e spendi l'impossibile in marketing su quello finché ti rendi conto che se ne avessi di più pubblicati i guadagni sarebbero maggiori. Ora come ora mi sto concentrando sul mio piano per il 2013, con titoli di lunghezza differente ma con uscite più regolari e sostenibili.

2) Assumete un editor e un grafico professionista per realizzare il miglior libro possibile. Dovete puntare a una qualità non diversa da quella dell'editoria tradizionale, e la vostra copertina non deve avere un aspetto da self publisher.

3) Cercate di avere almeno un sito web, anche se statico, e un'email da mettere anche all'interno dei vostri libri, così potrete cominciare a creare una lista di fan che vorranno leggervi nel tempo. In questo modo avrete anche persone che recensiranno i vostri libri e li condivideranno. Nel tempo la lista crescerà.

È un momento meraviglioso, per essere autori: correte a scrivere!

Leggi l'intervista originale: Self-Publishing Requires a Business Mindset

comments powered by Disqus