Speciale!


Il libro è aggregazione

20 Nov 2012 in idee trovate in giro | questo post è lungo 167 parole

"Il libro non è la sua carta, come ben sanno i compratori di libri digitali. Non è neppure il prodotto di un editore che ha comprato i diritti da un autore. Il libro non è neppure l’ultimo anello di una catena di montaggio.

«Il libro è un motivo di aggregazione per le persone che lo apprezzano» dice Clay Shirky, autore di Cognitive Surplus. Gli autori lo sanno: una volta che hanno pubblicato il loro libro prende a vivere una vita propria, o meglio riceve il soffio di vita che i lettori gli riconoscono.

È sempre stato così, in un certo senso: ma la tecnologia cartacea consentiva agli editori di controllare la produzione e la gestione del diritto d’autore; mentre il contesto digitale separa ogni funzione tradizionale, ridistribuendo oneri, onori e valori.

Con il passaggio dalla tecnologia tipografica a quella digitale, la filiera produttiva del libro si libera da alcuni vincoli industriali e si riconfigura."

Leggi tutto: La riscrittura del libro

Di Luca De Biase: Scienza delle conseguenze

comments powered by Disqus