Speciale!


Vivere connessi secondo Derrick de Kerckhove

16 Feb 2014 in storie | questo post è lungo 248 parole

Dal 17 al 21 febbraio Milano sarà la città dei Social Media e del digital lifestyleIl programma è ormai completo: cinque giorni e oltre 50 appuntamenti per approfondire il rapporto tra Social Media e società.

Il tema di quest'anno è The Future of Now: Vivere Connessi. Un saggio illuminante per cominciare ad esplorare il modo in cui ci muoviamo nel nuovo mondo della conoscenza è senza dubbio La mente accresciuta di Derrick de Kerckhove.

Allievo di McLuhan, già direttore del McLuhan Program in Culture and Technology, è stato uno dei grandi teorici del digitale fin da tempi non sospetti:  già agli inizi degli anni novanta, con Brainfames, aveva intuito il mondo di oggi. Quando lo abbiamo intervistato nel 2011 già parlava della rivoluzione del mobile:

La generazione “always on” è caratterizzata dall'essere costantemente raggiungibile grazie al proprio dispositivo mobile. Vive in una condizione di fiducia e disponibilità, in una sorta di dialogo incessante con il mondo. È anche una generazione iperstimolata, composta da drogati di informazione e connessione che hanno bisogno di far circolare e ricircolare informazioni dalla mente biologica a quella delle reti. Costruisce la propria identità online attraverso i social media e vive dell'eccellente reputazione che riesce a procurarsi curando il proprio profilo e i propri contatti. È quasi letteralmente “inserita” nella mente accresciuta. 

Per approfondire, ti consigliamo di leggere anche Mobile marketing di Marco Massarotto e Inventare Twitter di Nick Bilton. Infine, non perderti la nostra Barbara Sgarzi, speaker dell'evento dedicato al futuro di Twitter in Italia che si terrà domani alle 15:30.

Buona Social Media Week!

comments powered by Disqus