Speciale!


#openebook: perché ha ancora senso scegliere un editore?

14 Mar 2014 in editoria | questo post è lungo 369 parole

Abbiamo da poco lanciato il nuovo sito, che tra le altre cose ha una sezione dedicata agli autori.

Siamo molto contenti perché ci ha già dato modo di avviare nuove collaborazioni interessanti e perché ha fatto da pretesto per discutere con voi il nostro progetto, di certo insolito rispetto all'editoria tradizionale.

Se non lo avete ancora fatto, date un'occhiata ai criteri di selezione - che rispecchiano pari pari il nostro manifesto, proprio perché gli autori devono essere allineati con l'editore che li pubblica - e capirete che cosa intendiamo.

Una domanda più che legittima ce l'ha fatta @EDigitali:

La discussione che ne è seguita, anche grazie a @NDedizioni, ha poi centrato in pieno una questione fondamentale:

Perché non il selfpublishing? è una domanda che ogni autore - e ogni editore - dovrebbe porsi e a cui dovrebbe trovare risposte precise.

Proprio per questo abbiamo deciso di scrivere una guida che faccia un po' da bussola per gli autori, esordienti o meno, che per la prima volta si trovano alle prese con il mercato digitale.

Unico problema: la guida è in progress, non è ancora pronta. Il vantaggio, però, è che - ovviamente - la guida è in digitale e - ovviamente - la stiamo scrivendo sulla nostra piattaforma. Che cosa importa, se non è finita, quando possiamo condividerla con persone interessate all'argomento che magari possono anche stimolarne la scrittura e commentarla?

Ecco quindi il nostro laboratorio, aperto per voi: qui trovate la guida in fieri che espone le nostre risposte alla domanda Perché scegliere ancora un editore e non il selfpublishing? Liberi di intervenire come credete.

comments powered by Disqus